PAROLA AL PRESIDENTE

In un momento di grande incertezza generale ci sembrava importante ascoltare il pensiero del nostro presidente Dott. Guido Marrone. Il massimo dirigente, per il Club Milano una guida e un punto di riferimento importante, sempre attento alla dinamiche societarie, ha snocciolato diversi argomenti durante il nostro incontro.

Come stai? Come stai vivendo il momento?

Bene, grazie. Quella che in tempi normali sarebbe stata una domanda di cortesia, oggi diventa una domanda fondamentale, ora più che mai ci rendiamo conto che la salute viene prima di tutto. Vivo il momento con un po’ di apprensione, cerchiamo di mettere a disposizione dei nostri ragazzi tutte le risorse possibili per tutelare la loro salute.

Cosa ne pensi della situazione attuale a livello sociale e sportivo ?

Siamo praticamente entrati nella terza ondata, alcune varianti hanno una trasmissibilità molto alta, di conseguenza l’entusiasmo che avevamo per la ripresa degli allenamenti a inizio febbraio è rimasto sempre appeso ad un filo molto sottile.

Parliamo un po’ di calcio, il progetto Club Milano è in continua evoluzione, quali sono le tue sensazioni ?

La proprietà sta facendo degli sforzi molto importanti per raggiungere gli obiettivi prefissati. Il nostro è un progetto  di qualità molto alta, tra qualche mese avremo a disposizione tre centri sportivi per tutti i nostri ragazzi, con la prima squadra che sarà la punta di una piramide che avrà basi solide. Il nostro sogno nei prossimi anni è quello di provare a centrare il passaggio di categoria e l’aspirazione dei nostri ragazzi deve essere quella di ambire alla prima squadra.

Finalmente è stata presa una decisione riguardo al campionato di Eccellenza. Come valuti questa ripresa ?

La volontà della federazione è stata quella di equiparare l’Eccellenza alla Serie D. Penso che poter riprendere a giocare sia una cosa positiva a prescindere, calcisticamente un momento di speranza e di gioia per i nostri ragazzi in una fase così drammatica della pandemia.

Hai avuto modo di vedere il nuovo centro sportivo di Pero ?

Si. Devo dire che subito dopo essere entrato nel centro di Pero ho percepito come fosse un luogo dove si “respira calcio”. Ogni componente della società dovrebbe essere entusiasta e orgogliosa di poter usufruire di un centro sportivo che, secondo me, è uno dei migliori del panorama lombardo. Senza esagerare, penso si possa paragonare ad alcuni centri di realtà professionistiche.

In chiusura, vorresti lanciare un messaggio ai nostri atleti e allenatori in questo momento particolare?

Vorrei fare un augurio a tutti i nostri tesserati nel prosieguo di questa travagliata stagione, con la speranza di ritrovare al più presto la serenità e la stabilità necessaria, sia dentro che fuori dal rettangolo verde.

Senza dimenticarci di continuare a rispettare le regole e i protocolli, in modo da non dover fermarci nuovamente.

error: Content is protected !!