MANDELLI: LA PRO SESTO? SFIDA BELLISSIMA CHE CI FARA’ CRESCERE

Primo impegno ufficiale del 2019 per la nostra Under 17 che domani sera sarà impegnata allo stadio Breda di Sesto San Giovanni contro la Pro Sesto, nel Torneo Fregoni. Partita ovviamente molto importante per proseguire quanto di buono ottenuto fin qui. Sentiamo dalle parole di Mister Mandelli, come ha trovato la sua squadra al rientro dopo le feste di Natale e come si stanno preparando al match di domani sera.

Abbiamo visto che la ripresa delle attività è avvenuta subito dopo capodanno, segno che non vuoi mollare di un centimetro e che vuoi tenere alta la tensione in vista dei tanti impegni…

Io ed il mio staff abbiamo voluto concedere quasi due settimane di riposo per fare staccare i ragazzi. In questi primi quattro mesi, abbiamo chiesto tanto sia in termini fisici che mentali, non dimentichiamoci che molti di loro arrivano da realtà diverse in cui non erano abituati a carichi di lavoro così importanti. Per questo motivo abbiamo consegnato loro delle sedute da fare individualmente e credo che quasi tutti abbiano seguito alla lettera il programma. Li abbiamo quindi ritrovati determinati, carichi e pronti per una seconda parte di stagione senza dubbio ancora più complicata, ma senza dubbio molto stimolante. Normale che alla prima amichevole disputata sabato contro una squadra regionale piemontese, abbiamo un po’ risentito dei carichi di lavoro, ma del resto era preventivabile. Dopo l’importante vittoria con la Barona nell’ultima giornata di andata, personalmente ho visto però troppi festeggiamenti: vero abbiamo dato un segnale forte, ma nello stesso tempo dico sempre che i conti si fanno alla fine, nessuno ci regalerà nulla. Per questo sicuramente già dalla ripresa ho rimarcato che stiamo andando bene, ma non abbiamo ancora fatto nulla, il nostro obiettivo è continuare il percorso di crescita e, se possibile, fare gli stessi punti dell’andata pur sapendo che non sarà semplice. Questo lo si ottiene solo con il lavoro costante, il massimo impegno e tanti sacrifici, il primo fra tutti quindi, allenarsi proprio subito dopo capodanno……

Domani incontro importante contro una squadra altrettanto importante come la Pro Sesto…Come arrivate a questo match? Come vi siete preparati? Sulla carta i padroni di casa sembrano un avversario piuttosto ostico: primi in classifica nel loro girone con numeri che, alla mano, parlano molto chiaro. Per fare bene, ci vorrà un’altra grande prestazione.

Sarà una bellissima sfida (loro per regolamento saranno sotto età con i 2003) al cospetto di una squadra che come hai detto è capolista nel proprio girone regionale con numeri importanti. Ma sono proprio queste le partite che secondo me aiutano a crescere i ragazzi che sfide del genere non erano abituati a giocarle. Ovvio che vogliamo fare bella figura e giocarci il passaggio alle semifinali di un torneo prestigioso che può dare lustro ad una stagione sino al momento comunque molto positiva. Sicuramente poi giocarla allo stadio Breda (anche se sul sintetico e non sul principale) rende ancora più entusiasmante la partita di domani. Torno peraltro a Sesto a giocare (quando scelsi di scendere nei provinciali chi lo avrebbe mai detto ???) dove nelle ultime stagioni ricordo da parte delle mie squadre grandi prestazioni quindi spero di continuare su questa strada. Sono certo comunque che i miei ragazzi non deluderanno, soprattutto se avranno l’atteggiamento e la determinazione messe in campo nell’ultima gara di campionato del 2018.

 

A proposito di campionato: domenica si torna in campo perchè inizia il girone di ritorno. Hai intenzione di far rifiatare qualcuno? Attuerai un pò di turn over?

Non vediamo l’ora di ripartire, domenica probabilmente ci sarà qualche cambiamento dovuto non tanto ad un’idea di turn over quanto da condizioni fisiche non ottimali di alcuni elementi e probabilmente dal fatto che domani mi immagino una partita abbastanza dispendiosa dal punto di vista mentale e fisico. Siamo riusciti ad inserire altri due ragazzi in rosa e sicuramente questo, oltre che aumentare ancora di più il livello qualitativo del gruppo, è stato fatto anche per cercare di stimolare la concorrenza tra loro. Farlo significa a nostro modo di vedere migliorare la qualità del lavoro settimanale e questo non può che far migliorare tutti, ovvio che ci sono ragazzi un po’ più avanti ma sono convinto che alla fine tutti cresceranno, le opportunità arrivano per tutti…come vado a ripetere da mesi per me esiste un unico gruppo, solo con quello si ottengono risultati.

 

error: Content is protected !!